basilicatanet   Area Clienti
  image  
 
Home      Contatti Turismo      Hotel - B&b      Biglietterie      Eventi      Basilicata      Basilicatanet Video
 
     
 
Arte e Cultura
 
Arte e Cultura News > Arte e Cultura News 2011 Pagina 12 di 29  Precedente  |  Successiva
» Arte e Cultura News
  • Arte e Cultura News 2011
  • Arte e Cultura News 2010
  • Arte e Cultura News 2009
• Teatro
• Musica
• Fotografia
• Scultura
 
Turismo
Hotel - B&b
Biglietterie
Eventi
Basilicata
Made in Basilicata
Basilicatanet
 
cerca Cerca nel sito
newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 
Matera 2019
 
 
 

Primo Concorso Corale Nazionale Antonio Guanti

  22/05/2011
Domenica 22 Maggio 2011, Auditorium “Gervasio”, Piazza del Sedile - Matera

Cinque regioni italiane, otto cori per un totale di 180 cantori (due cori polifonici, tre gruppi vocali, due cori di voci femminili, un coro di voci bianche), cinque giurati di grande levatura artistica.
Questi i numeri del Primo Concorso Corale Nazionale “Antonio Guanti” durante il quale otto cori si confronteranno a suon di note. L’iniziativa è stata promossa dal Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” sotto la direzione artistica del M° Carmine Antonio Catenazzo: si tratta del primo concorso dedicato interamente alla coralità amatoriale italiana che si realizza in Basilicata, un appuntamento che forse mancava al variegato panorama di iniziative culturali regionali.
I Cori in concorso sono tutti amatoriali, formati cioè da cantori “non professionisti”, un esercito di amanti del canto corale con curricula di tutto rispetto, che provengono da Puglia, Abruzzo, Molise, Sicilia e Sardegna per contendersi i tre premi in palio - oltre a due riconoscimenti speciali, uno per il Canto Gregoriano, uno per la Musica Contemporanea Italiana.

E’ ormai nota l’importanza che centri aggregativi come i cori amatoriali rivestono al livello sociale, specie per i giovani e giovanissimi. Roberto Goitre, una delle personalità più eminenti nel mondo del canto corale, affermava infatti: “Il coro è una comunità nella quale […] ciascuno deve dare il meglio di se stesso a favore del risultato artistico del complesso senza che nessuno dei suoi componenti ne possa menar vanto”. Il cantare in coro educa alla convivenza, alla tolleranza verso gli altri, all’accettazione reciproca; insegna l’umiltà che, con la tolleranza e la collaborazione reciproca, costituisce una virtù indispensabile dell’ “uomo sociale”.
Il coro amatoriale è anche un mezzo di educazione psicologica, in quanto la mente si esercita in continuo nella lettura della partitura, l’attenzione rimane vigile sulla carta e sulla direzione del maestro. Può rivelarsi un mezzo per esplorare forme musicali altrimenti sconosciute, con la gioia, ogni giorno, di poter affrontare repertori sempre più impegnativi e gratificanti.
Infine, l’esercizio del canto corale, anche se fatto in maniera umile, cioè senza aspettarsi di raggiungere chissà quali traguardi, può avvicinare e far entrare nel vivo della realtà musicale un numero sempre crescente di persone perché, senza dubbio, pochi hanno una frequentazione attiva con la musica, specialmente in realtà periferiche rispetto ai grandi Centri di divulgazione musicale.

La decisione di dedicare il concorso ad Antonio Guanti, già Vicepresidente e componente del Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” da moltissimi anni, è stata unanimemente formulata da tutti i componenti dell’Associazione, desiderosi di omaggiare un amico scomparso improvvisamente a soli 32 anni lo scorso 20 maggio, con un progetto elaborato e vagheggiato da tempo con lo stesso.

Per le finalità perseguite e la qualità dell’iniziativa, il Concorso Corale Nazionale “Antonio Guanti” ha ottenuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con l’assegnazione di una medaglia di rappresentanza.
 
Regolamento

1. Il Concorso, articolato in due fasi (Semifinale - Finale), si svolgerà presso l’Auditorium “Raffaele Gervasio” a Matera, Piazza del Sedile, il 22 Maggio 2011 ed è riservato a gruppi corali italiani. La prova della semifinale e quella della finale si terranno lo stesso giorno (Semifinale ore 10.00 - Finale ore 19.00)

2. Il Concorso è riservato ai complessi corali non professionisti. Tale specificazione non riguarda i direttori dei Cori e gli eventuali strumentisti. Possono partecipare Cori di voci bianche, ensemble e gruppi corali femminili, maschili, misti, con o senza accompagnamento strumentale. Il numero dei coristi di ciascun gruppo corale è illimitato. I componenti di ciascun coro non potranno essere sostituiti tra la semifinale e la finale.

3. I Cori partecipanti dovranno eseguire, in ciascuna delle fasi di Concorso, un programma comprendente:
A - Almeno una composizione di Canto Gregoriano
B - Almeno una composizione Sacra o Profana dei sec. XVI- XVII – XVIII
C - Almeno una composizione Sacra o Profana del sec. XIX.
D - Almeno una composizione Sacra o Profana dei sec. XX e XXI
I brani dovranno essere eseguiti in lingua originale e non potranno essere sostituiti né cambiati di ordine.
In caso di cambio di tonalità rispetto a quanto riportato sullo spartito consegnato, la Giuria dovrà esserne informata per iscritto prima dell’inizio della Competizione.
La durata dell’esecuzione non dovrà superare i 20 minuti di “puro canto” (intendendo la sola durata dei brani, escluso gli applausi, il tempo tra un pezzo e l’altro ed il tempo per salire e scendere dal palco).
Il Coro potrà cantare non più di due brani con accompagnamento strumentale.
L’accompagnamento, dove non diversamente specificato, potrà essere realizzato con un pianoforte, una tastiera elettronica od anche con altri tipi di strumenti. Non sarà permesso, invece, cantare sopra una base musicale registrata.

4. E’ prevista per ogni gruppo una quota di iscrizione di € 100,00 (cento/00), non rimborsabile se non in caso di cancellazione del Concorso. Poiché la somma deve pervenire al netto di eventuali commissioni bancarie, le spese relative a queste commissioni dovranno essere a carico del coro partecipante al Concorso.

5. La domanda di iscrizione, redatta in conformità alla scheda allegata al presente bando, potrà essere inviata presso la segreteria del Concorso, entro e non oltre il 7 aprile 2011:
a mezzo raccomandata A. R., al seguente indirizzo: Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina”, Piazza del Sedile 3 - 75100 Matera (MT), farà fede il timbro postale;
via e-mail all’indirizzo mail@polifonicamaterana.it: sarà inviato un messaggio di conferma ricezione, salvo verifica della documentazione allegata.
Alla domanda dovranno essere in qualunque caso allegati, pena esclusione dal Concorso:
• fotocopia documento di identità del direttore;
•recente registrazione audio effettuata DAL VIVO (max 6 mesi prima della scadenza dell’iscrizione) con allegata dichiarazione del direttore sull’autenticità e sulla data dell’esecuzione;
•note biografiche del coro (non eccedente i 1.200 caratteri compresi gli spazi);
•dichiarazione del Presidente o del Maestro Direttore dalla quale risulti che la formazione iscritta è un Coro amatoriale;
•fotografia a colori del coro;
•fotocopia della ricevuta del versamento di € 100,00 effettuato mediante Bonifico Bancario
IBAN: IT 69 X 05385 16100 000002201523 presso la Banca Popolare di Puglia e Basilicata intestato a Coro della Polifonica Materana “Pierluigi da Palestrina” recante come causale “Iscrizione 1° Concorso Corale Nazionale Antonio Guanti”. Il materiale inviato non sarà restituito.

6. Il Concorso avrà luogo se perverrà un numero sufficiente di domande di iscrizione.

7. Alla semifinale del 22 maggio 2011 saranno ammessi 8 Cori scelti dalla Commissione Artistica dell’Organizzazione per mezzo delle registrazioni inviate. Sarà data comunicazione dell’ammissione o dell’esclusione a mezzo posta o posta elettronica, entro e non oltre il 15 aprile 2011. L’ordine delle esibizioni sarà sorteggiato prima dell’inizio della semifinale alla presenza di un rappresentante di ciascun coro ammesso. I Cori ammessi che non saranno presenti entro l’orario di inizio di ciascuna prova, saranno considerati rinunciatari e pertanto esclusi dalla competizione.

8. Alla finale saranno ammessi i 4 Cori che, ad insindacabile giudizio della Giuria, avranno conseguito il punteggio più alto nel corso della semifinale. I Cori ammessi alla finale potranno ripetere i brani eseguiti in semifinale, oppure presentare brani diversi (tutti o in parte), purché rispettino le indicazioni di cui all’art. 3. L’ordine delle esibizioni sarà sorteggiato prima dell’inizio della finale alla presenza di un rappresentante di ciascun coro ammesso. I Cori ammessi che non saranno presenti entro l’orario di inizio di ciascuna prova, saranno considerati rinunciatari e pertanto esclusi dalla competizione.

9. L’Organizzazione mette a disposizione un pianoforte: ad eventuali altri strumenti dovranno provvedere i singoli Cori. Gli eventuali strumentisti resteranno a carico della compagine corale che si presenta al Concorso sia per le spese che per i compensi.

10. Le spese di viaggio, ed eventualmente vitto e alloggio sono a carico dei Cori partecipanti: l’Organizzazione può fornire indicazioni per un’adeguata sistemazione in strutture ricettive cittadine, previa indicazione nella domanda di iscrizione. Ai Cori non classificati tra primi tre, o comunque non assegnatari di alcun premio, sarà corrisposto un rimborso forfettario delle spese di viaggio pari a Euro 100,00 (cento/00), per i gruppi provenienti da località distanti oltre i 100 km., pari a € 200,00 (duecento/00), per i gruppi provenienti da località distanti oltre i 200 km.

11. La Giuria sarà composta da un numero di membri con diritto di voto non inferiore a cinque (cfr. Presidenza del Consiglio dei Ministri, Circ. n. 10 del 5 dicembre 1994 G.U. n. 16 del 20 gennaio 1995): Direttori di Coro, Docenti di Conservatorio e Musicisti di chiara fama. Della giuria fa parte di diritto il Direttore Artistico del Concorso. Il presidente della Giuria è il Maestro Walter MARZILLI. Nella valutazione delle esibizioni si terrà conto di:
1. Intonazione
2. Fedeltà d’esecuzione allo spartito
3. Qualità del suono
4. Scelta di programma
5. Impressione artistica generale
La Giuria terrà una riunione prima delle competizioni al fine di uniformare i criteri di giudizio. Le valutazioni della Giuria sono insindacabili, inappellabili e definitive e saranno formulate mediante votazioni in centesimi.
Sarà favorito, al termine del Concorso, l’incontro della Giuria con i Direttori dei Cori partecipanti, purché tale richiesta pervenga anticipatamente alla segreteria organizzativa. Una valutazione scritta dettagliata sarà comunque inviata a mezzo posta elettronica ai Cori che ne faranno richiesta alla segreteria organizzativa.

12. Le audizioni sono pubbliche. In caso di riprese radiofoniche o televisive i concorrenti non avranno diritto ad alcuna pretesa o richiesta finanziaria nei riguardi dell’associazione organizzatrice.

13. Prima dell’inizio di ogni prova, dovranno essere presentate alla Giuria 5 copie dei brani eseguiti. In riferimento alle leggi vigenti sulla copyright, l’Organizzazione non si assume alcuna responsabilità in merito ad eventuali violazioni. Qualora i concorrenti superino il tempo massimo consentito per la prova, la Giuria si riserva la facoltà di interrompere l’esecuzione.
I concorrenti hanno la facoltà di eseguire brani di minor durata rispetto al tempo massimo stabilito.
14. Sono previsti tre premi:
1° Premio votazione 91/100 Euro 1.000,00 – targa
2° Premio votazione 81/90 Euro 750,00 – targa
3° Premio votazione 71/80 Euro 500,00 – targa
La Giuria può decidere, a suo insindacabile giudizio, di non assegnare uno o più premi o di assegnare premi ex-aequo. In tal caso, l’importo del premio sarà suddiviso tra i vincitori.

15. Sarà assegnato un premio speciale “Antonio Guanti” di Euro 250,00 + targa al Coro che, ad insindacabile giudizio della Giuria, avrà effettuato la migliore esecuzione di un brano di Canto Gregoriano. A tale premio speciale concorrono tutti i Cori, sia per i brani presentati nella fase semifinale, sia per quelli presentati nella fase finale.

16. Sarà assegnata, da parte della Associazione Basilicata Cori, una targa di riconoscimento al Coro che, ad insindacabile giudizio della Giuria, avrà effettuato la migliore esecuzione di un brano di Autore Contemporaneo Italiano. A tale riconoscimento concorrono tutti i Cori, sia per i brani presentati nella fase semifinale, sia per quelli presentati nella fase finale.

17. A tutti i Cori ammessi al Concorso sarà rilasciato un diploma di partecipazione. I diplomi e i premi verranno consegnati, pena la perdita degli stessi, nella serata del 22 maggio 2011, al termine del Concorso stesso.

18. Durante il Concorso è prevista la presenza di un segretario verbalizzante.
Il Direttore Artistico del Concorso si riserva il diritto di variare le presenti regole qualora fosse necessario.
L’Associazione organizzatrice declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone o a cose nell’ambito dello svolgimento del Concorso. Per ogni controversia sarà competente il Foro di Matera.
In nessuna circostanza sarà ammesso che persone estranee all’organizzazione o non appartenenti ai Cori in gara salgano sul palco durante il Concorso.

19. La richiesta di partecipazione implica l’accettazione di tutte le Regole del Concorso
 
Informazioni
image
Primo Concorso Corale Nazionale Antonio Guanti

Domenica 22 Maggio 2011
Auditorium “Gervasio”
Piazza del Sedile
Matera

Iscrizione
entro il 7 aprile 2011



Scheda d’iscrizione
 
www.basilicatanet.com  
© Basilicatanet.com - Tutti i diritti riservati Contatti - Privacy