basilicatanet   Area Clienti
  image  
 
Home      Contatti Turismo      Hotel - B&b      Biglietterie      Eventi      Basilicata      Basilicatanet Video
 
     
 
Eventi
 
Mostre > Mostre in Basilicata 2009 Pagina 35 di 35  Precedente
• Eventi Turistici
• Sagre in Basilicata
• Tradizioni della Basilicata
• Musica
» Mostre
  • Mostre in Basilicata 2012
  • Mostre in Basilicata 2011
  • Mostre in Basilicata 2010
  • Mostre in Basilicata 2009
  • Mostre in Basilicata 2008
• Eventi culturali
• Teatro
• Cinema
• Fiere
• Sport
 
Turismo
Hotel - B&b
Biglietterie
Basilicata
Made in Basilicata
Arte e Cultura
Basilicatanet
 
cerca Cerca nel sito
newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 
Matera 2019
 
 
 

Supernatura

  02/12/2008 | Fino al: 12/01/2009
Mostra - dal 2 dicembre 2008 al 12 gennaio 2009
Nell’ambito di interesse della Fondazione SoutHeritage di mettere in opera una relazione sinergica tra i linguaggi artistici contemporanei e del presente avanzato con tutto ciò che contraddistingue l’ecologia, il territorio e la città di Matera, sabato 29 novembre presenta il progetto Supernatura.

Se si smette di guardare il paesaggio come l’oggetto di un’attività umana subito si scopre una quantità di spazi indecisi, privi di funzione sui quali è difficile posare un nome. Quest’insieme non appartiene né la territorio dell’ombra né a quello della luce. Si situa ai margini. Dove i boschi si sfrangiano, lungo le strade e i fiumi , nei recessi dimenticati dalle coltivazioni, là dove le macchine non passano. Tra questi frammenti di paesaggio nessuna somiglianza di forma. Un solo punto in comune: tutti costituiscono un territorio di rifugio per la diversità. Questo rende giustificabile raccoglierli sotto un unico termine. Propongo Terzo paesaggio”. G. Clément, Manifesto del Terzo paesaggio.

Molti sono gli artisti che si occupano del rapporto con il paesaggio e il territorio, dei legami profondi dell’uomo al suo ambiente naturale. Un esempio dell’applicazione di questa prassi progettuale è il lavoro di Ottmar Hörl, artista tedesco che esce dallo studio e dagli spazi museali per intervenire nello spazio urbano o naturale lasciando un suo segno sul territorio, qualunque sia la durata, la scala ed i materiali usati, a testimonianza di un tipo di arte che riunisce etica ecologica e arte pubblica, pragmatismo ed estetica, paesaggio e installazione.

L’artista riscopre il paesaggio e i legami con la storia e le tradizioni di coloro che lo abitano e proprio sul concetto di giardino e paesaggio (naturale, antropizzato, agricolo), a latere della mostra dedicata all’artista presentata negli spazi della Fondazione SoutHeritage, un progetto urbano coinvolge alcune aree verdi della città di Matera. Qui l’attenzione si sposta non solo nel paesaggio naturale, ma soprattutto in quello culturale in cui il consumo del territorio induce l’artista a comprendere la logica della struttura del paesaggio urbano per operare scelte di permanenza e/o di trasformazione in grado di modificarne l’evoluzione. Una serie di interventi contaminano luoghi, aree interstiziali e periferiche della città, offrendo al pubblico nuovi approcci allo spazio urbano e nuove chiavi di lettura della realtà.

L’obiettivo delle installazioni urbane è l’elaborazione e il tentativo di sviluppo di una consapevolezza estetica sulla natura e sul verde urbano. Questa consapevolezza si sviluppa nella scelta di otto spazi verdi selezionati sulla base del concetto di “Terzo paesaggio” teorizzato da Gilles Clément. Aiuole incolte, giardini abbandonati, spazi verdi che mostrano tracce di consumo, in cui si esplicano le energie spontanee del mondo vegetale, diventano sede di un’operazione installativa partecipativa grazie a una modificazione artistica ed ecologica che stimoli una declinazione del termine paesaggio nella convinzione che solo conoscendo adeguatamente quest’ultimo è possibile instaurare una nuova e diversa relazione con esso.

Un’idea volta dunque alla sensibilizzazione sulle problematiche ambientali e dello spazio pubblico, per far comprendere meglio il funzionamento della città, educare ad un migliore uso del proprio ecosistema e trasformare, attraverso l’estetica, porzioni di territori abbandonati in affascinanti paesaggi da esperire attraverso la ricerca dei vari interventi artistici, appositamente mimetizzati fra erbacce infestanti e piante papaveriche.
 
Supernatura
image
a cura di Angelo Bianco

Sedi:
Fondazione SoutHeritage per l’arte contemporanea 
V. F.sco Paolo Volpe, 6  - Matera

Periodo
02 dicembre 2008 - 12 gennaio 2009

Orari
da martedì a sabato 17.00 - 20.00
ingresso libero

Inaugurazione
sabato 29 novembre 2008
ore 18.00 - 21.00

Contatti
Tel. e Fax +39 0835 240348

southeritagepress@southeritage.org

www.southeritage.org
 
www.basilicatanet.com  
© Basilicatanet.com - Tutti i diritti riservati Contatti - Privacy