basilicatanet   Area Clienti
  image  
 
Home      Contatti Turismo      Hotel - B&b      Biglietterie      Eventi      Basilicata      Basilicatanet Video
 
     
 
Eventi
 
Mostre > Mostre in Basilicata 2012 Pagina 15 di 17  Precedente  |  Successiva
• Eventi Turistici
• Sagre in Basilicata
• Tradizioni della Basilicata
• Musica
» Mostre
  • Mostre in Basilicata 2012
  • Mostre in Basilicata 2011
  • Mostre in Basilicata 2010
  • Mostre in Basilicata 2009
  • Mostre in Basilicata 2008
• Eventi culturali
• Teatro
• Cinema
• Fiere
• Sport
 
Turismo
Hotel - B&b
Biglietterie
Basilicata
Made in Basilicata
Arte e Cultura
Basilicatanet
 
cerca Cerca nel sito
newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 
Matera 2019
 
 
 

EX.0 Cambiamenti di stato

  22/02/2012 | Fino al: 24/03/2012
22 febbraio - 24 marzo 2012 Matera, Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi, Sala delle Arcate

EX.0 Cambiamenti di stato, una mostra promossa dall’Università degli Studi di Basilicata Facoltà di Architettura, con la collaborazione della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici Etnoantropologici della Basilicata e il Comune di Matera.

La mostra nasce da un’esercitazione degli studenti del II e IV anno del Corso di Laurea in Architettura dell’Università della Basilicata, denominata Zero, nell’ambito di un laboratorio progettuale degli insegnamenti di Architettura e composizione architettonica coordinati dai professori Luca Lanini e Ina Macaione.
image
 
L’idea, suggerita da un’analoga esperienza diretta da Manuel Graça Dias dell’Università di Evora, ruota attorno all’idea che un nuovo spazio architettonico possa generarsi anche a partire da un object trouvé, un oggetto qualsiasi, scartato dal ciclo della produzione e del consumo, con un semplice CAMBIO DI PROSPETTIVA.

L’esercitazione progettuale ha messo in moto la creatività dei futuri architetti, che hanno recuperato oggetti, temporaneamente risparmiati alle discariche, per esercitare la mente all’osservazione del fenomeno dello spazio, al tempo della sostenibilità, nei salti di scala dei CAMBIAMENTI DI STATO.
image
 
Un’operazione di questo tipo, che mette insieme, nell’esercizio della visione, il vissuto dell’oggetto, il presente della scelta foto-grafica e la prospettiva di una migliore qualità della vita, è particolarmente indicata per coinvolgere i giovani di oggi, che saranno i veri protagonisti di Matera 2019, nella produzione della cultura.

L’obiettivo della mostra è quello di condividere con la comunità, con altre culture ed altre competenze l’esperienza, non solo concettuale, del necessario cambio di prospettiva riguardo agli scarti, ai resti, ai rifiuti della nostra società dei consumi.

Quanto è estranea l’osservazione dei CAMBIAMENTI DI STATO degli oggetti abbandonati e la comprensione della loro SOLITUDINE rispetto alla nostra? Si può aprire una discussione sulla necessità di una nuova visione dello spazio, nascosto come una risorsa latente nello scarto, nel nulla o nel poco che forse anche noi siamo?

La mostra è una metafora di come si possono attraversare il nichilismo e il cinismo del nostro presente: agli oggetti “recuperati”, da cui derivano le visoni, sono presentati insieme alle elaborazioni fotografiche, stampate in grande formato, che ci mostrano i nuovi spazi del senso scoperti dall’osservazione delle menti progettuali degli studenti.

Naturalmente anche l’allestimento è realizzato con il semplice riuso in forma comunicativa (ed estetica) di oggetti di scarto che rimandano al paesaggio emblematico dei Sassi. Sullo sfondo Nasce Architettura, un’installazione artistica. Gli scarti si aggrumano in nuova forma, inquietante ma compiuta. In questo gioco di continui rimandi, la proiezione di
questa cosa sul muro si rigenera in uno spazio architettonico complesso, abitato e rassicurato da una piccola ombra più nitida. Un uomo? Forse …
 
Informazioni
image
EX.0 Cambiamenti di stato

22 febbraio - 20 marzo 2012

Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata
Palazzo Lanfranchi, Sala delle Arcate
Matera

A cura di
Marta Ragozzino (Soprintendente per i Beni Storici Artistici Etnoantropologici della
Basilicata)
Ina Macaione (Università della Basilicata)
su un’idea di Manuel Graça Dias

Progetto allestimento
Ina Macaione

con Riccardo Dirella, Egidio Ferrara, Maurizio Natale, Antonella Pucci

Coordinamento allestimenti
Ina Macaione con Egidio Ferrara, Pietro Paolo Tarasco

Installazione artistica
Roberto Pedone, Margherita Tricarico, Riccardo Dirella, Maurizio Natale

Catalogo mostra
Ina Macaione e Marta Ragozzino con Fabio Ciavarella

Fotobook
Antonella Pucci, Raffaele Petrozza

Grafica
Carmen Fattore, Egidio Ferrara

Composizione musicale
Domenico Rizzi

Selezione immagini architettura
Roberto Blasi, Giuseppe Verdano

Allestimento tecnico
Per la Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici
Pietro Paolo Tarasco (coordinamento), Giovanni Di Trani, Tobia Loglisci

Per la Facoltà di Architettura_Università della Basilicata
Maria Teresa Giordano, Michele Montemuro, Francesca Pucci

Con la collaborazione di Vincenzo Alberto Bruno, Dominga Cutecchia, Rocco Nella, Vito Porcari, Cristiano
Spiniello

Traduzioni
Elisa Erdlen

Collaborazione al coordinamento
Fabio Ciavarella, Laura Pavia

Ufficio Stampa
Michele Saponaro con la collaborazione di Luigi Longo, Soprintendenza, Matera
 
www.basilicatanet.com  
© Basilicatanet.com - Tutti i diritti riservati Contatti - Privacy