basilicatanet   Area Clienti
  image  
 
Home      Contatti Turismo      Hotel - B&b      Biglietterie      Eventi      Basilicata      Basilicatanet Video
 
     
 
Eventi
 
Sagre in Basilicata > Sagre in Basilicata 2012 Pagina 7 di 10  Precedente  |  Successiva
• Eventi Turistici
» Sagre in Basilicata
  • Sagre in Basilicata 2013
  • Sagre in Basilicata 2012
  • Sagre in Basilicata 2011
  • Sagre in Basilicata 2010
  • Sagre in Basilicata 2009
  • Sagre in Basilicata 2008
• Tradizioni della Basilicata
• Musica
• Mostre
• Eventi culturali
• Teatro
• Cinema
• Fiere
• Sport
 
Turismo
Hotel - B&b
Biglietterie
Basilicata
Made in Basilicata
Arte e Cultura
Basilicatanet
 
cerca Cerca nel sito
newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 
Matera 2019
 
 
 

Sagra delle farine dell’Antica Lucania

  26/07/2012 | Fino al: 28/07/2012
Giovedì 26 e Sabato 28 Luglio Enoteca Provinciale Mata d’Uva Matera
Degustazione di pasta con farine di farro, grano arso, grano cappelli.

Buffet di Degustazione - Happy-Hour ore 21-24 (10,00 euro): olio extravergine di oliva, cialledda, pasta alla crudaiola, insalata verde di stagione, anguriata, n.1 bicchiere di vino lucano - prodotti a km 0, musica.

Con la partecipazione delle Cantine Marino e Poderi Materani, del Frantoio OroVerdeLucano e del Pastificio San Pardo il Tortellino

Altri appuntamenti del fine settimana
Aperitivo in Cantina ore 21-24 (5,00 euro)
Venerdì 27 Luglio 2012 Happy Young
Musica con il gruppo Gaze of lisa, Dj: Francesco Mongiello
Domenica 29 luglio ore 19,00 : Aperitivo con l’autore Antonio Ricci
image
 
Farina di grano arso
La farina di grano arso è ottenuta dalla macinatura di grano duro precedentemente tostato.
Fino a pochi decenni fà si otteneva dal grano raccolto dopo la bruciatura delle stoppie e veniva utilizzato dai contadini che non potevano permettersi la farina tradizionale. Presenta un colore nero ed un aroma intenso. La farina di grano arso va utilizzata nella misura di 1:3 sul totale della farina. Può essere usata per la preparazione di pasta, focacce, pane ed altri lievitati.
 
Farina di farro
Povero di grassi, ricco di fibre, di vitamine e di sali minerali, sazia e non fa ingrassare. La coltivazione del farro è stata rivalutata solo di recente, essenzialmente per le ottime proprietà nutrizionali.
Con la farina di farro si realizza un ottimo pane, con un sapore molto simile a quello del pane bianco, ma più aromatico. È consigliabile scegliere farro decorticato o sbramato (cioè liberato delle sole glumelle, quindi il chicco integrale) anziché perlato, perché ha un più elevato contenuto in fibre: la riscoperta del farro per uso alimentare è collegata al suo elevato contenuto in fibre insolubili che favoriscono il corretto transito intestinale.

Infatti la fibra alimentare è costituita da polisaccaridi complessi come cellulosa, emicellulosa e lignina che non hanno alcun valore nutrizionale perché l’organismo umano non è in grado di metabolizzarli, ma è utile soprattutto per la sua capacità di trattenere acqua. Studi scientifici hanno evidenziato come la regolarità intestinale riduce il rischio di neoplasie del tratto digestivo.

Il farro è uno dei cereali meno calorici: 100 g apportano circa 340 kcal; inoltre contiene l’aminoacido essenziale metionina, carente in quasi tutti gli altri cereali. In Italia i prodotti a base di farro sono reperibili soprattutto nei negozi di alimentazione naturale ed anche in farmacia dove sono destinati essenzialmente a coloro che mal digeriscono i comuni prodotti a base di grano duro o grano tenero.
 
Grano Cappelli
Il frumento Cappelli è infatti un grano che ha caratteristiche particolari. Le sue spighe sono alte più di un metro e ottanta con culmi forti, semipieni e alti 150 cm. La notevole altezza ha reso questa varietà difficile da coltivare perché a rischio di continuo allettamento (il coricamento dovuto al vento o alla pioggia). Per decenni è stata la coltivazione più diffusa nel Sud e nelle Isole. Un primato mantenuto fino al diffondersi delle varietà più produttive e più basse. La bassa resa comunque (circa 28 quintali per ettaro) ne ha causato la sostituzione verso la fine degli anni ’60. Ma la cosa non può oscurare l’importanza di questa varietà nel panorama della cerealicoltura mondiale. Quasi tutti i breeder che si occupano di frumento duro hanno utilizzato il Senatore Cappelli come parentale per le nuove varietà, che, quindi, per la maggior parte annoverano il Cappelli come ascendente. Negli ultimi anni il grano duro Cappelli è stato reintrodotto in alcune zone di poche regioni italiane, come la Basilicata, la Puglia e la Sardegna, che cercano di salvaguardare un prodotto di qualità.
 
Informazioni
image
Sagra delle farine dell’Antica Lucania

Giovedì 26 e Sabato 28 Luglio

Enoteca Provinciale Mata d’Uva
Recinto I° Fiorentini
Sasso Barisano - Matera

Contatti
Sig. Giuliano - Direttore
Tel. 331 7932719 - 342 1715491 - 329 4707090
 
www.basilicatanet.com  
© Basilicatanet.com - Tutti i diritti riservati Contatti - Privacy