basilicatanet   Area Clienti
  image  
 
HOME      CONTATTI TURISMO      BIGLIETTERIE      DORMIRE      RISTORANTI      EVENTI      BASILICATA      BASILICATANET VIDEO
 
     
 
BASILICATA
 
Basilicatata News Pagina 4 di 13  Precedente  |  Successiva
» Basilicatata News
• Ricerca e Innovazione
• BiodiversitÓ
• Tradizioni
 
TURISMO
BIGLIETTERIE
DORMIRE
RISTORANTI
EVENTI
MADE IN BASILICATA
ARTE E CULTURA
BASILICATANET
 
cerca Cerca nel sito
newsletter Iscrizione Newsletter
Invia questa pagina
 
 

La Podolica in Basilicata

  13/07/2009
Valorizzare e tutelare, all’interno del contesto europeo, le razze che discendono dalla Podolica, queste sono state alcune delle finalità che si sono posti gli organizzatori e i partecipanti al Congresso Internazionale delle razze bovine di origine Podolica, che ha visto la sessione scientifica svolgersi nell’incantevole scenario della suggestiva città di Matera.

Il ceppo Podolico comprende un antichissimo gruppo di razze bovine, considerate le più dirette discendenti dell’uro (Bos primigenius), il bovino selvatico europeo che si estinse probabilmente nel diciassettesimo secolo. Da secoli la Podolica rappresenta uno degli elementi caratteristici del paesaggio collinare e montano della regione Basilicata.
image
 
Da sempre la sua figura è legata alla storia delle genti lucane che ne hanno fatto un simbolo della loro identità, come nel caso del gonfalone della stessa città di Matera che presenta un “bos lassus firmius figit pedem”, oppure un elemento importante come nella festa del “Maggio” che si tiene ogni anno nei vari paesi dell’area appenninica, a cui si aggiunge il valore simbolico che la sua figura assume, a S. Mauro Forte, all’interno della sfilata dei campanacci nel periodo carnevalesco.
 
- Valorizzare la Podolica significa valorizzare tutto un territorio, quello lucano, che oggi conta circa 13.000 capi iscritti al libro genealogico e distribuiti in un numero di allevamenti che supera le 300 unità - è quanto ha affermato il direttore dell’Apa di Potenza e Matera, Augusto Calbi, all’interno del suo intervento effettuato durante i lavori del Congresso.

L’idea di un Congresso dedicato alle razze di ceppo podolico nasce nell’ambito di un protocollo d’intesa che l’Anabic (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne) e le Associazioni Provinciali lucane hanno sottoscritto con la Regione Basilicata, principale sponsor dell’iniziativa a cui hanno aderito anche il Ministero per le Politiche Agricole, la Regione Calabria, la Regione Puglia ed altri enti.
image
 
La Podolica, allevata in Basilicata, con circa 25.000 capi è la razza numericamente più importante tra le razze italiane di diretta discendenza podolica. Le Associazioni Provinciali Allevatori di Matera e Potenza da anni svolgono un’attività capillare su tutto il territorio regionale, offrendo consulenza tecnica e sanitaria alle aziende, svolgendo attività di valorizzazione delle produzioni attraverso la definizione del disciplinare di produzione, oltre quella di “tenuta dei libri genealogici” ed esecuzione dei “controlli funzionali” che hanno come scopo quello di determinare uno sviluppo quali-quantitativo delle produzioni e un miglioramento genetico del patrimonio zootecnico.

L’attività di valorizzazione delle produzioni, in collaborazione con l’ASP (Associazione Sistema Podolico), nasce col fine di garantire la sicurezza alimentare, la qualità delle produzioni, oltre che la tracciabilità dell’intera filiera, dall’allevamento al banco di macelleria.

Fiore all’occhiello dell’attività di salvaguardia della razza Podolica risulta essere il Centro Selezione Torelli di razza Podolica, sito a Laurenzana (PZ), che dal 1996 rappresenta un punto di riferimento fondamentale per gli allevatori che vogliono acquistare riproduttori certificati sotto l’aspetto sanitario, genealogico, morfologico e produttivo. Struttura di livello nazionale in cui vengono convogliati anche i torelli provenienti dalle altre regioni di allevamento, essa è gestita dall’ANABIC in collaborazione con le APA locali.
image
 
Il Congresso svoltosi dal 9-12 Luglio è risultato essere un momento importante di contributo alla valorizzazione di un’intera regione, la Basilicata, ricca storia e cultura, oltre che di risorse e potenzialità, dove i vari enti, dalla Regione Basilicata all’APA, dall’ANABIC all’ASP hanno dato dimostrazione di come una costruttiva sinergia permetta di affrontare e lanciare nuove sfide e di raggiungere traguardi sempre più importanti e prestigiosi.

Michele Grieco
 
Sulle tracce delle Podoliche
image
Congresso Internazionale
9 - 12 Luglio 2009
Taranto, Matera, Cosenza, Potenza

Associazioni Provinciali Allevatori di Matera e Potenza

ANABIC
Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali
Regione Basilicata
Regione Calabria
Regione Puglia
Regione Toscana

con il contributo di:
Associazioni Provinciali Allevatori di Matera e Potenza

Sistema Allevatori Regione Calabria

Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura della Calabria - ARSSA

Produttori Zootecnici - Società Cooperativa (A.PRO.ZOO.) - Cosenza

Consorzio Produttori Carni Bovine Pregiate delle Razze Italiane (CCBI)

>> www.allevatoribasilicata.it
 
www.basilicatanet.com   © Basilicatanet.com - Tutti i diritti riservati - Contatti